Web Marketing

Perchè un preventivo SEO non può essere gratuito.

Dopo diverso tempo ritorno a scrivere sul blog e lo spunto mi è arrivato da una proposta di questa mattina da parte di una Web Agency, quella di fare un preventivo SEO. Questa Web Agency, di cui non faccio il nome, pur non avendo al suo interno figure SEO, vende servizi Seo ai propri clienti, per cercare di non fare una pessima figura con i propri clienti mi ha contattato chiedendogli di gestire questo aspetto aziendale e ovviamente ho rifiutato una collaborazione simile. Il motivo principale?
Nel tempo hanno ingannato i clienti e ora cercano di correre ai ripari con me e non mi pare una soluzione accettabile, eticamente e professionalmente accettabile.

Ho scoperto che questa agenzia, ma in realtà ce ne sono molte, offrono preventivi seo gratuiti ai propri clienti o potenziali tali. Partono da un preventivo seo di esempio, con prezzi e costi di attività seo quasi standardizzate, un modello potremmo dire che non è altro che un report generato da uno dei tanti tools online che permetterono di inserire l’url del sito da analizzare e il tools genera un preventivo seo in pdf. Fantastico no? Ecco, questi tools non dicono assolutamente nulla del 70% sostanziale di un eventuale attività seo di cui un sito necessita.

Non sono un fanatico della SEO, sia chiaro, non sono neanche Altavilla o Panaghel (mi tolgo il cappello davanti al loro…) che della SEO hanno fatto un’arte e ci sputano sangue e la inondano di passione, ma l’onesta deve essere qualcosa di imprescindibile.

Per questo, se un’agenzia offre preventivi seo gratuiti, lo fa non con l’obiettivo di dare un risultato reale al cliente ma solamente per acquisirlo. E come presupposto, scusate, è pessimo.

Hai letto questo articolo?   La Seo serve a chi la sceglie.

Un preventivo SEO completo e reale è frutto di una serie di controlli e analisi che un tools online non può fare, c’è bisogno di due cose essenziali: buon senso ed esperienza. Solo una volta in vita mia ho fatto un’analisi SEO gratuita di un sito web, ma era perchè si trattava di un caso particolare e spesso nel fare SEO mi sento come il Dottor House, trovo interessante il fatto e cerco di indagare cosa stia succedendo. In questo caso era la notizia di Unilibro che aveva denunciato Google perchè il suo sito non “usciva in posizioni rilevanti”. (qui l’analisi pubblicata: http://www.alessandrogiagnoli.com/il-problema-di-unilibro-non-dipende-da-google/)

Un preventivo SEO davvero utile richiede tempo e risorse che bisogna togliere ad altre cose e allora ha un costo inevitabilmente. Si chiama SEO AUDIT tutto lo studio necessario prima di poter quotare un’attività SEO. A volte possono volerci settimane per avere un’idea chiara della SEO di un sito web: verifica del comportamento degli spider, risposte del server, lettura dei log, verifica alberatura del sito, segnalazioni di Google Search Console, ecc. Se tutto questo tempo si è disposti a darlo via gratis significa che non si ha molto da fare e diffido sempre di un professionista che non ha molto da fare.

Alessandro Giagnoli
Digital Marketing Expert da oltre dieci anni. Sono il Web Project Manager per MovingUp Srl. Sono docente e relatore per eventi sulle tematiche legate al Web Marketing.
5 Comments
  • Giovanni Villani Nov 24,2016 at 10:16

    Ciao Alessandro. Ho letto il tuo articolo con grande interesse. Condivido alcuni aspetti mentre dissento da altri. Credo che il discorso che porti avanti nell’articolo vada messo in relazione anche alla tipologia di clienti a cui un professionista SEO si rivolge. Io tendo a confrontarmi la maggior parte delle volte con PMI che operano in ambito locale. Le esigenze di questi clienti sono abbastanza codificate: vogliono una vivibilità a livello locale (spesso a livello di provincia) ma non desiderano “capire” o “analizzare” la situazione in cui si trovano. Chiedono una consulenza SEO ma in realtà la loro richiesta è di ottenere preventivi tramite internet. L’analisi SEO approfondita, certamente necessaria, come tu sostieni, deve essere un supporto (a te) per comporre un preventivo per il committente. Lo spesso committente che vuole dare in outsourcing tutto il processo (anche senza capire nulla di quello che farai e delle correzioni necessarie nell’ambito delle loro strategia di comunicazione, ammesso che ne esista una).

  • Alessia Ott 16,2016 at 10:36

    Bisogna distinguere tra preventivo SEO (con costi e tempistiche) e analisi SEO (che contiene una più approfondita analisi). E il secondo ovviamente non può mai essere gratuito, io solitamente redigo una prima relazione una volta iniziata la consulenza..

  • Daniele Vinci Feb 22,2016 at 17:33

    Pianamente d’accordo sul valore e complessità di un’analisi seo dettagliata.

    Ma questo è valido per chi deve svolgere l’attività seo e viene commissionato a fare il suo lavoro.

    Per chi, invece, deve vendere (quindi è puramente un commerciale di una web agency), deve utilizzare altre leve con cui convincere un cliente, spesso, ignorante sul tema della seo e di quello che serve realmente per svolgere correttamente il lavoro.

    Per cui spezzo una lancia a favore dei commerciali che usano la retorica per vendere, ammesso che poi che deve svolgere l’attività seo lo faccia seriamente ricominciando da zero, possibilmente intefacciandosi con il committente per comprendere meglio lo stato di partenza.

    Il ragionamento dell’ aut/aut è valido solo nel caso in cui si è dei liberi professionisti capaci di potersi permettere di rifiutare un lavoro poco entusiasmante, ma allo stesso tempo si ha l’onesta intellettuale di ammettere quando un progetto ha delle difficoltà palesi e se davvero vale la pena che il cliente continui ad investire su una strada ormai chiusa.

  • Andrea Podda Feb 22,2016 at 14:39

    Hai ragione ma in parte. Nel senso che purtroppo se vuoi stimare un’ offerta a un prospect, devi fare almeno una analisi di base e magari il preventivo lo si fa pagare se il contratto va a termine. È un argomento spinoso anche per me perché sono un maniaco della precisione e sui preventivi perdiamo mazzi di tempo in analisi. È un costo vero e proprio ma purtroppo bisogna sostenerlo; chiaramente al cliente si dà poco delle analisi, altrimenti si stanno solo regalando gli Audit.

    • Alessandro Giagnoli Feb 22,2016 at 14:48

      Ciao Andrea, è proprio questo il passaggio per me fondamentale. Io sono un Seo, non sono un Developer Senior ad esempio, quindi la mia Seo Audit può essere girata alla propria Web Agency o ai chi si vuole, se non decidi di assegnare a me le attività – che comunque vedrebbe coinvolto un team di Developer o Sistemisti se l’audit lo richiederebbe. Io ti dico cosa fare e dove puoi arrivare con budget indicato oppure quanto budget ci vorrebbe per arrivare dove vorresti. Poi il cliente è libero di decidere, senza illusioni e senza fuffa. Fare un preventivo senza aver fatto un’analisi significa che si sta quotando qualcosa che non si sà.

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage